L’amore è un dolce e dovrei essere a dieta.

l amore è un dolce

L’amore è un dolce e dovrei essere a dieta.

Di chi è innamorato, a Napoli, si dice che “tene ‘o còre dint’o zucchero” – ha il cuore nello zucchero – come se l’amore avesse fatto del cuore l’ingrediente di un dolce. A ognuno il suo.

Glassato e appariscente, esageratamente spumoso di meringa oppure di confettini colorato. Esotico di frutta, intrigante di spezie o pudico e tradizionale. Complicatamente sfogliato, trionfo lievitato, croccante o morbido al cucchiaio. Concreto e pragmatico lo trovi dal fornaio o sul retro di un laboratorio. Più filosofico e patinato ti aspetta in vetrina al bar o in pasticceria.

Quello in pasta di zucchero si veste di parole esagerate, quello integrale e light sembra più un rassicurante amore-amico. Puoi presentarlo a tutti a chiusura di un importante pranzo, renderlo l’unica portata di un pasto lento e voluttuoso oppure mangiarlo in fretta. Degustarlo nel cuore della notte potrebbe ingannarti. Illuminati dal solitario e disonesto neon di un frigo aperto, ogni morso risulta più appassionato. Ma al mattino, potresti svegliarti ritrovando solo il rimpianto di qualche kg in più da smaltire.

Quelli fritti, invece, sono i più sleali, e non è una questione di orari. Perfetti caldi d’olio e zucchero, il giorno seguente risultano vani cuori di pietra. Ah dolci idealizzati.

Se, al contrario, addolciscono la coda di una notte calante, beh quel dolce è un pezzetto di perfezione. Vi è mai capitato di vivere il velluto della notte che finisce, girovagando per le strade di una città vuota e di imbattervi nella luce sacra del laboratorio di una forno che vende cornetti e brioche all’alba? Quel caldo e dolce morso è un bacio di complicità, di unione perfetta che è una buonanotte ma anche un buongiorno. Il morso a una pasta  al mattino, poi, è quell’amore che inaugura la giornata con un bacio. La speranza che quelle calorie riscaldino una giungla di call, email e to do list.

Ogni dolce è un amore, diverso dall’altro. Ognuno dona e prende qualcosa, in percentuale ogni volta diversa.

E se l’amore fosse davvero un dolce, quale staresti assaporando?

Quale ancora ricordi e quale vorresti mangiare?

Scrivimelo a amoreundolce@gmail.com

.

VALENTINA SCANNAPIECO
va.scaneco@gmail.com

Illustratrice, consulente di marketing, scrittrice di racconti per bambini e appassionata di viaggi e cucina (fatata).