Crostata di pesche, amaretti e mandorle SENZA BURRO

Crostata di pesche, amaretti e mandorle SENZA BURRO

La crostata di pesche, amaretti e mandorle è il dolce che ricorderà questa mia estate 2020, per il numero di volte che è stata preparata insieme alla sbrisolona di fichi – nel giro di una giornata era già finita (eh sì, siamo dei golosi).

Alternativa alla classica crostata decorata con strisce di pasta frolla, è l’ideale per una colazione importante, una merenda scenica e salutare o per un fine pasto che susciti l’attenzione e l’acquolina di tutti.

crostata pesche amaretti mandorle senza burro grolet tarte pommes

Come preparare la crostata di pesche, amaretti e mandorle

A ispirarmi è stata l’elegantissima tarte aux pommes (torta di mele) di Cédric Grolet, apparsa come per magia nel mio esplora Instagram, nel cuore della notte. Una base di pasta friabile, un interno morbido e una corolla di fettine di frutta: nella mia versione, la base è in pasta frolla all’olio, per il ripieno niente crema ma un goloso mix di mandorle tritate, confettura e amaretti sbriciolati e, per finire, un vortice di fettine di pesche.

Ricetta della crostata di pesche, amaretti e mandorle

Dopo questa presentazione non puoi che provarla, anche perché è molto semplice da preparare.

Ingredienti (stampo diametro 20 cm)

Preparazione della crostata

    1. Prepara la pasta frolla e lasciala riposare qualche minuto in frigorifero. Trita la mandorle grossolanamente e versale in una ciotola insieme alla confettura, la cannella, il succo e la buccia grattugiata di mezzo limone e mescola. Aggiungi gli amaretti sbriciolati nella quantità che preferisci.

crostata pesche amaretti mandorle senza burro grolet tarte pommes

2. Stendi su un foglio di carta forno infarinato la pasta frolla, quindi capovolgila in uno stampo circolare “imburrato” (confesso che io lo “imburro” passando un filo di olio con le mani e poi una spolverata di farina) e taglia la frolla in eccesso dai bordi. Con i rebbi di una forchetta punzecchia il fondo e cuoci alla cieca  (o in bianco, ossia senza farcire ma posando dei pesetti sulla pasta frolla) in forno preriscaldato a 200° per 15 minuti massimo. Sforna la base e  spennellala con dell’uovo sbattuto, inforna nuovamente per 2 minuti. Questo passaggio creerà una patina isolante che servirà a non far umidificare e, quindi, ammorbidire la pasta frolla con la farcia.

crostata pesche amaretti mandorle senza burro grolet tarte

3. Una volta terminata la cottura, farcisci con il composto di confettura e trito di mandorle dando alla farcia una forma conica (in parole semplici formate una piccola montagna con la punta in alto).

4. Ora taglia le pesche in fette sottilissime (senza togliere la buccia) e decora partendo dal basso per  formare un fiore. Inforna nuovamente  per 10 minuti a 170° C.


Che sia una giornata di sorrisi inaspettati,

Valentina & Occhi Ovunque.

 

VALENTINA SCANNAPIECO
va.scaneco@gmail.com

Illustratrice, consulente di marketing, scrittrice di racconti per bambini e appassionata di viaggi e cucina (fatata).